JOVANKA LA BADANTE

Ben Esra telefonda seni bosaltmami ister misin?
Telefon Numaram: 00237 8000 92 32

Hot

JOVANKA LA BADANTEÈ una bella giornata di fine maggio. Essendo un libero professionista, posso decidere quando e se voglio andare a lavorare. Oggi ho voglia di prendermi una pausa. Monto in auto e vado in campagna a rilassarmi in mezzo alla natura. Conosco un posto in riva al fiume dove si può prendere in tutta tranquillità il sole al riparo da occhi indiscreti. Posteggio la macchina e dopo qualche decina di metri sono arrivato alla meta. La spiaggia, se vogliamo chiamarla così, è composta da ciotoli bianchi levigati, molto comuni lungo il corso dei fiumi. Tre donne di mezz’eta’ si trovano già li; indossano tutte un costume due pezzi molto succinto e conversano tranquillamente tra di loro. Gli asciugamani variopinti su cui sono distese danno una piacevole nota di colore all’ambiente circostante. Stendo a mia volta l’asciugamano vicino a loro e sorridendo le saluto. Mi spoglio e resto anch’io in costume. Hanno subito notato il mio abbigliamento elegante ed il mio aspetto curato. Certamente tutto questo aiuta a creare un buon feeling; d’altronde nella mia professione il modo in cui ci si presenta ai clienti conta molto. Comincio a parlare con loro. Noto che sono tutte belle donne. Conversando vengo a sapere delle loro occupazioni: badanti che oggi hanno deciso di sfruttare il loro giorno di libertà stando in compagnia illegal bahis a prendere il sole. Una di loro mi colpisce per la sua bellezza, simpatia e, perché no, sensualità. Si chiama Jovanka ed è originaria dell’est Europa. È con lei che instauro un rapporto amicale. Bella donna, seni importanti, capello di lunghezza media, leggermente mosso di colore rosso scuro, tendente al viola, occhi marroni quasi a mandorla che le conferiscono un tocco di esoticita’ molto gradevole. Bel culo, cosce sode ed affusolate, caviglia stretta e piedi molto femminili, con le unghie impeccabilmente laccate con dello smalto di color rosso ciliegia. Parliamo un po’ di tutto e così facendo vengo a conoscenza dei suoi orari. Mi è quindi facile rivederla i giorni successivi. Fatto amicizia ed avendo di conseguenza acquisito maggior confidenza, Jovanka ora incomincia a prendere il sole in topless. Che capezzoli! Enormi… non chiedono altro che di essere succhiati. Lei si rilassa leggendo un libro mentre io eseguo per tenermi in forma degli esercizi ginnici. Passano le settimane; capisco ormai che non le sono indifferente così un giorno le propongo di venire a casa mia. Subito rimane colpita dall’ambiente in cui vivo. Le offro da bere nel mio studio e poi ci mettiamo sul divano. Ad un certo punto comincia a lamentarsi che le fa illegal bahis siteleri male un piede. Colgo la palla al balzo e le chiedo se vuole che lo massaggi. Magari! mi risponde con entusiasmo. Si sfila subito il sandalo e me lo mette praticamente in mano. Comincio il massaggio. Lo osservo… È molto bello e curato. Mi accorgo che comincio ad avere l’erezione. Questo fatto non è sfuggito a Jovanka che con un sorriso malizioso mi dice: noto che i miei piedi ti eccitano… Se ti spogli ti faccio una bella sega con le piante. Così dicendo mi comincia a slacciare la cintura dei pantaloni. Naturalmente la lascio fare. Appena mi abbassa lo slip il cazzo mi esce repentinamente duro come il marmo. Oooh, siamo già pronti! Che bel cazzone che hai e così dicendo se lo prende con entrambi i piedi e inizia a masturbarmi. È bravissima nel farlo, il solo vedere quei piedini che me lo segano mi fa salire il sangue al cervello. Sono estremamente eccitato! Ora voglio succhiarti le tette le dico quasi stordito dalla libido. Niente di più facile mi risponde con un sorrisetto tra il complice ed il divertito. Pochi secondi ed è completamente nuda. Che splendida fica! Pube depilato e due piccole labbra che di piccolo hanno solo il nome. Mi “fiondo” sul suo sesso e comincio a leccarlo con lo stesso entusiasmo di un segugio canlı bahis siteleri che lecca la sua ciotola dopo aver terminato il pasto. La sento rantolare… Bene, vedo che le piace penso mentre mi concentro sul clitoride. È bagnatissima! Con una mano le palpo le tette. Sono stupende al tatto; il solo toccarle mi rafforza l’erezione. Una bella succhiata ai capezzoli (è da quando li ho visti che desidero farlo) e poi la penetro in fica fino alle palle. È talmente bagnata che al primo momento non capisco se le sono dentro o meno. Poi comincio a “stantufarla”. Sento il rumore ritmato del mio scroto che sbatte sulla sua fica fradicia. Cambio posizione. Lei in ginocchio sul divano ed io che la trombo alla pecorina mentre le palpo a piene mani le splendide poppe. Sento che non resisterò ancora per molto. Finiscimi con i piedi le dico uscendo dalla sua fica. Con la schiena sul pavimento mi prende il cazzo tra le piante e comincia a masturbarmi. Pochi secondi e sborro. Lo schizzo è talmente forte ed abbondante che la centro in pieno volto. Istintivamente apre la bocca e tira fuori la lingua cercando di “catturare” quello che riesce del mio nettare. Infine si sgrilletta senza alzarsi fino all’orgasmo. Mentre gode ansima e sospira molto forte. Che gran vacca che è la Jovanka! Terminato di fare sesso, ci rivestiamo con tutta calma. Mi è piaciuto molto quello che abbiamo fatto oggi mi dice. Lo dirò alle mie amiche. Poi mi chiede: te la senti di soddisfare anche loro? Naturalmente le rispondo, non sia mai che non renda felice una donna, figuriamoci se è più di una!

Ben Esra telefonda seni bosaltmami ister misin?
Telefon Numaram: 00237 8000 92 32

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir